Start Up a Catania all’insegna dell’informalità e della condivisione fra i giovani

aulastartup-day

Da qualche anno si è creata a Catania una rete informale di attori istituzionali e di soggetti privati interessati a promuovere la cultura e le iniziative dello start up nel territorio. Di questa rete fanno parte, per citarne alcuni, associazioni di categoria (come i giovani di Confindustria), enti istituzionali (il Parco Scientifico e Tecnologico), docenti universitari che hanno promosso seminari formativi nelle aule dei loro Dipartimenti, l’hub Startupct nato su iniziativa di alcuni giovani startuppers del territorio. Mantenendo i caratteri dell’informalità e dell’assenza di gerarchia, tipici dei modelli organizzativi a network, la rete ha promosso diverse iniziative, favorito la partecipazione di molti progetti ai contest e ai premi nazionali, mobilitato il mondo finanziario, degli investitori istituzionali e delle banche, intorno alle start up appena avviate o che stanno per partire. E’ un fenomeno senza precedenti nella storia più recente della città di Catania e del suo territorio circostante. E’ come se vi fosse una “mano invisibile” che favorisce la moltiplicazione di eventi, iniziative, attività seminariali e divulgative nel comune intento di promuovere la cultura dello start up fra i giovani, stimolare l’avvio di nuove iniziative imprenditoriali, facilitare i momenti di confronto fra gli startuppers,  favorire la condivisione delle idee generando un circolo virtuoso che porta a sua volta a generare nuove iniziative imprenditoriali, sia nei settori tradizionali che in quelli hitech e innovativi. Si è verificata, rispetto al passato, un’inversione dei percorsi che fino a poco tempo fa portavano alla genesi di nuove iniziative imprenditoriali. Una volta si cercavano prima i finanziamenti e l’opportunità di acquisizione di risorse finanziarie e solo dopo si pensava alla costituzione del team di lavoro e alla creazione d’impresa. Oggi, vuoi per necessità dovuta alla crisi occupazionale vuoi perché si vogliono cogliere nuove opportunità derivanti dalla diffusione di Internet, il cammino intrapreso da tanti giovani è esattamente il contrario: si genera un’idea, si affina, si confronta con altri coetanei e con esperti, la si fa circolare nei contesti in cui è possibile avere una vetrina e un momento di visibilità; solo dopo il team di lavoro, superate le verifiche di fattibilità attraverso la predisposizione del business model e la redazione del business plan, passa all’azione, magari costituendo una società e cercando sul mercato le risorse finanziarie necessarie all’avvio. Al recentissimo evento “Start Up Day” organizzato dal corso di laurea in Economia Aziendale dell’Università di Catania, con la partecipazione di nuove dieci iniziative avviate nel territorio e sul web, si è avuta indiretta conferma della bontà e dell’efficacia di questo modello sperimentale.

Saro Faraci

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...